San Raffaele: gup, no a richiesta nullita' rinvio a giudizio Dacco'

(ASCA) - Milano, 4 mag - No alla richiesta, presentata dai

difensori di Pierangelo Dacco', sulla nullita' del rinvio a

giudizio sollecitato dalla Procura di Milano nei confronti

dell'uomo d'affari vicino a Comunione e Liberazione in

carcere per il dissesto del San Raffaele. Lo ha deciso il gup

di Milano, Maria Cristina Mannocci, che celebra l'udienza

preliminare nei confronti di Dacco', dell'ex direttore

amministrativo del San Raffaele, Mario Valsecchi, e di altre

5 persone, tutte accusate a vario titolo di associazione a

delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, alla

frode fiscale, all'appropriazione indebita e alla distrazione

di beni per il crack della casa di cura milanese.

Per Gian Piero Biancolella, legale di Dacco', la richiesta

il rinviare a giudizio il suo assistito va considerata nulla

perche' la Procura non ha provveduto a interrogare l'indagato

durante la fase di chiusura indagini. Ma questa richiesta, ha

spiegato ancora l'avvocato Biancolella, e' stata bocciata da

giudice per ''divergenza nell'interpretazione lessicale''.

Intanto, i difensori di Valsecchi hanno depositato

richiesta di patteggiamento per il loro assistito, proponendo

2 anni e 10 mesi di reclusioni con in piu' il pagamento di

200 mila euro.

Ricerca

Le notizie del giorno