San Siro, Malagò: decidano cosa fare, per Giochi non sia un cantiere

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 ott. (askanews) - Sul nuovo stadio a San Siro "devono decidere cosa fare, l'argomento va aggredito. Noi siamo attenti osservatori come Coni e in particolare come presidente di Milano-Cortina 2026, perché nel dossier è prevista cerimonia inaugurale a San Siro il 6 febbraio 2026". Lo ha ricordato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, parlando del dossier sul nuovo stadio di Milano a margine della cerimonia per i Collari d'oro del 2020 che si è tenuta oggi in città.

Da parte di Malagò "nessuna preoccupazione, ho dovere di ricordare che noi abbiamo scritto San Siro e lo sanno tutti. Dobbiamo avere un San Siro, poi quello che decideranno sta a loro. L'unica cosa che non si può fare è che ci sia un cantiere", ha detto.

Il numero uno dello sport italiano ha riconosciuto che "correttamente" il sindaco Beppe Sala ha aspettato il risultato delle amministrative per riprendere il dossier: "Non sarebbe stato giusto finché non sarebbe avvenuta la rielezione. Ora incontrerà Inter e Milan. L'argomento va aggredito, devono decidere cosa fare", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli