Sanders vince in New Hampshire, Buttigieg subito dietro

Rea

Roma, 12 feb. (askanews) - Bernie Sanders ha vinto le primarie delpartito Democratico in New Hampshire, attestandosi al 25,7% dei consensi quando hanno comunicato i risultati l'85% dei distretti elettori. Staccato di pochissimo Pete Buttigieg, con il 24,4%, circa 4mila voti in meno. Terza la senatrice Amy Klobuchar, con il 19,7%, che ha staccato nettamente candidati più accrediti come Elizabeth Warren (ferma al 9,3%) e Joe Biden (8,4%). Entrambi hanno però comunicato l'intenzione di proseguire la campagna. Sanders e Buttigieg ottengono quindi 9 delegati a testa sui 24 disponibili, i restanti 6 sono per Klobuchar.

Sanders ha reclamato la "grande vittoria di questa notte", promettendo di "unire" il partito per arrivare a battere Donald Trmp: "Questa vittoria è l'inizio della fine per Trump", ha affermato in un discorso, sottolineando però che "la nostra campagna non è soltanto per battere Trump ma per trasformare questo paese".

Buttigieg ha rilanciato guardando alle prossime primarie in Nevada e South Carolina, assicurando che "daremo il benvenuto a nuovi alleati ad ogni passo", rivendicando di essere "l'unica chance non solo per chiudere l'era Trump ma per aprire la nuova era che sappiamo deve arrivare". Buttigieg si è rivolto al centro dell'elettorato, rifiutando la "polarizzazione tra rivoluzione e status quo", e sottolineando che "non possiamo battere il presidnete più divisivo dell'America moderna dividendoci continuamente da chi non è d'accordo con noi al 100%".