Sandro Farisoglio morto: ex sindaco di Breno, aveva 39 anni

sandro farisoglio morto

Grande choc e commozione in tutta la Val Camonica alla notizia della morte di Sandro Farisoglio. Nato e cresciuto in quelle zone, Farisoglio è deceduto a soli 39 anni, ucciso da un male contro cui lottava da un paio d’anni. Farisoglio era l’ex sindaco di Breno ed attuale presidente della Comunità Montana e del Consorzio Bim, che raggruppa 47 municipi di Valcamonica, Lago d’Iseo e Valtrompia. Purtroppo, nelle ultime settimane le sue condizioni si erano aggravate, fino al decesso avvenuto nella notte tra mercoledì 15 e giovedì 16 Gennaio 2020.

Sandro Farisoglio era un uomo politico stimato e apprezzato anche al di là della valle. La sua carriera cominciò nel 2006, quando venne nominato vicepresidente della Pro Loco di Breno. Nel 2009, a 30 anni ancora da compiere, si candidò a sindaco del paese e vinse con larga maggioranza per due mandati consecutivi.

Sandro Farisoglio morto: aveva 39 anni

Nel 2018 fu poi candidato anche al consiglio regionale della Lombardia, con una lista civica a sostegno del candidato del centrosinistra Giorgio Gori. In quell’occasione Farisoglio arrivò a sfiorare i 7.000 voti, risultando tra i candidati ad ottenere più preferenze in tutta la provincia di Brescia. Oltre al suo impegno in politica c’era anche quello nel volontariato. Dal 2007, infatti, era Vigile del Fuoco operativo presso il distaccamento di Breno.

I funerali saranno celebrati venerdì 17 Gennaio 2020 alle 15, nel Duomo di Breno. Sandro Farisoglio si era da poco sposato con l’amata Elena. Da due mesi era diventato papà della piccola Laura. Classe 1980, Sandro Farisoglio avrebbe compiuto 40 anni il prossimo Giugno. Disperati i genitori Maria Emma e Angelo, e i fratelli Camillo, Laura, Marco e Selene.