Sanità: al via il Patto Salute. Bonaccini, giornata importante

"Approvato il patto per la Salute. Governo e Regioni insieme a difesa del diritto alla Salute. Ora è più  forte il nostro Servizio Sanitario Nazionale". Lo scrive su Twitter il ministro della Salute Roberto Speranza, dopo il via libera in Conferenza Stato-Regioni. "Oggi è una giornata importante per tutti coloro che hanno davvero a cuore il futuro della sanità pubblica" ha detto il governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini commentando l'esito della Conferenza. Con la firma del nuovo Patto per la Salute 2019-21, infatti, finisce una stagione di tagli. Il Patto sancisce il notevole incremento delle risorse destinate alla sanità: 114.474.000.000 euro per l'anno 2019, 116.474.000.000 euro per l'anno 2020 e in 117.974.000.000 euro per l'anno 2021. A tutto ciò va aggiunto quanto previsto dalla Legge di Bilancio con un incremento, dopo i 4 miliardi già previsti per il 2019, di 2 miliardi per gli investimenti per l'edilizia sanitaria e l'aumento di 1,5 miliardi di quelli per l'ammodernamento tecnologico. Siamo di fronte ad un punto di partenza che segna un'inversione di tendenza e che va letto in modo inequivocabile come un rilancio della sanità pubblica e del diritto alla salute definito in modo puntuale dalla Costituzione. Un risultato che dobbiamo anche all'impegno del Governo ed in particolare del Ministro della Salute Roberto Speranza, del Ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, e del Ministro dell'Università, Lorenzo Fioramonti".