Sanità Campania, De Luca: vogliamo diventare modello in Italia

Aff

Napoli, 29 ott. (askanews) - "Vogliamo diventare in poco tempo uno dei sistemi sanitari modello in Italia e in Europa per umanità, efficienza e rigore". A dirlo è il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, alla posa della prima pietra del centro Nemo (NeuroMuscular Omincenter) per l'assistenza alle persone affette da malattie rare all'ospedale Monaldi di Napoli. Risanare la sanità campana "è stato come fare la corsa avendo sulle spalle 100 chili di peso" spiega il governatore. Un lavoro che secondo De Luca è iniziato "in molti casi da zero, che ci mette nelle condizioni oggi di chiedere la fine del commissariamento".

"Da novembre finalmente potremo dedicarci all'umanizzazione del servizio sanitario: non dovrà esserci più nessun paziente in condizione di solitudine, nessun padre e nessuna madre costretti a vivere ancor più disperatamente tragedie indicibili, nessuna persona non autosufficiente senza un medico o un infermiere a garantirle l'assistenza domiciliare. Dopo aver risanato i conti, dopo aver rilanciato la rete ospedaliera e le nostre grandi eccellenze nel campo della medicina e della ricerca, ora dobbiamo lavorare sulle singole persone" conclude De Luca.