Sanità, Fedriga: su Palmanova e Latisana si raccontano bugie

Fdm

Palmanova, 20 lug. (askanews) - "Assedio" pacifico dei sindaci e delle popolazioni di Palmanova e della bassa friulana al Meeting Point dove si è tenuto stamani un convegno sulla sanità promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, presenti il Presidente Massimiliano Fedriga e l'assessore regionale Riccardo Riccardi. Recentemente la Giunta Regionale ha deciso di trasferire il punto nascita dall'ospedale di Palmanova a quello di Latisana ed è esplosa la polemica. Questa mattina i comitati si sono presentati con striscioni che rivendicano il "buon operato" di Palmanova e all'esterno della sede del convegno hanno manifestato il loro disappunto con fischietti ed applausi polemici. Prima di entrare in sala, il presidente della Regione Massimiliano Fedriga ha però rilevato con i giornalisti che su questa vicenda "si raccontano molte bugie". "L'esempio di Palmanova e Latisana è eclatante, perché diamo un futuro e una prospettiva in entrambi gli ospedali" ha dichiarato Fedriga. "Latisana farà le emergenze, Palmanova la programmazione, altrimenti il rischio era che questi due ospedali nel giro di pochi anni non avessero un futuro" continua il governatore. "Noi - prosegue - stiamo dando un futuro e c'è qualcuno che racconta menzogne dicendo che chiudiamo Palmanova. È una bugia e sono venuto a raccontare che è una bugia perché noi la potenziamo, diamo una prospettiva vera e la dignità di essere un ospedale per operazioni programmate, di altissima qualità". Fedriga precisa ancora che "abbiamo avuto gli ospedali di Palmanova e Latisana che hanno perso negli ultimi anni un terzo della capacità attrattiva. Dove erano quelli che protestano ora del PD quando perdevano un terzo della capacità attrattiva che vuol dire condannare a morte questi ospedali?". "C'è qualcuno - conclude - che vuole utilizzare il diritto alla salute e i cittadini di questa Regione per fare campagna elettorale, è inaccettabile".