Sanità, Fnomceo: accettiamo sfida riformare tutti insieme nostro Ssn

Cro-Mpd

Roma, 16 gen. (askanews) - Doppio appuntamento istituzionale al Ministero della Salute per gli Ordini delle Professioni sanitarie e socio - sanitarie. Questa mattina si è infatti insediata, presso il Dicastero di Lungotevere Ripa 1, la Consulta permanente delle Professioni, istituita dal Ministro Roberto Speranza lo scorso 7 gennaio. A seguire, visti i gravi fatti avvenuti sin dall'inizio dell'anno, è stato convocato l'Osservatorio permanente per la garanzia della sicurezza e per la prevenzione degli episodi di violenza ai danni di tutti gli operatori sanitari.

Due le funzioni principali della Consulta delle Professioni: quella, che potremmo definire di normale amministrazione, relativa al funzionamento degli Ordini; e quella, straordinaria, di una riorganizzazione del Servizio sanitario nazionale. "Accettiamo la sfida lanciata oggi dal ministro Roberto Speranza: quella di partecipare, come rappresentanti delle Professioni, al grande processo di riforma del nostro Servizio Sanitario Nazionale - afferma il Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli -. Concordiamo con il Ministro: lo stanziamento di risorse è essenziale per sanare le criticità frutto di anni di tagli economici e per investire sul futuro. Ma, da solo, non basta. Occorre costruire una riforma che renda più forte il Servizio sanitario nazionale".

E saranno tre le direttrici lungo le quali avviare il processo: un nuovo modello di programmazione della spesa; la valorizzazione del rapporto tra ospedale e territorio; la sanità digitale. A fare da fil rouge, una tematica trasversale, quella della formazione dei professionisti.(Segue)