Sanità, Formigoni indagato. Il governatore: "Non ne so nulla"

Milano, 23 giu. - (Adnkronos/Ign) - Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, sarebbe indagato nell'inchiesta della Procura di Milano sui 70 milioni di euro che il polo privato della sanita' Fondazione Maugeri avrebbe pagato negli anni al consulente-mediatore Pierangelo Dacco'. Lo riporta il Corriere della sera.

Le ipotesi di reato, secondo quanto rende noto il quotidiano, sono corruzione per la somma dei benefit ricevuti da Dacco' e finanziamento illecito per oltre mezzo milione di euro relativi alle elezioni regionali 2010. Dalla Procura di Milano non arriva nessuna conferma sull'iscrizione nel registro degli indagati.

In particolare, secondo il quotidiano, il presunto finanziamento elettorale illecito sarebbe arrivato da una azienda sanitaria privata in vista della campagna di Formigoni per le Regionali lombarde.

Mentre la presunta corruzione farebbe riferimento ai benefit di "ingente valore patrimoniale (vacanze, soggiorni, utilizzo di yacht, cene di pubbliche relazioni a margine del Meeting di Rimini, termini della vendita di una villa in Sardegna a un coinquilino di Formigoni nella comunita' laicale dei Memores Domini)" che sarebbero stati messi a disposizione di Formigoni dal mediatore Pierangelo Dacco'.

"Non ne so nulla" replica il governatore che questa mattina interverrà a una conferenza stampa nella sede della Regione.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno