Sanità Lazio, D'Amato: presto delibera CdM su commissariamento

Bet

Roma, 4 feb. (askanews) - Per l'uscita della sanità del Lazio dal commissariamento ora "attendiamo nei prossimi giorni un passaggio formale con delibera del Consiglio dei Ministri ma l'atto formale, importante, definitivo e fondamentale è stato l'ok ricevuto in conferenza Stato - Regioni sul piano si manterrà una verifica periodica con i ministeri, come prevede la norma per il monitoraggio e l'attuazione del piano accolto e accettato". Così l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato, nel corso della sua informativa in Consiglio regionale del Lazio sull'uscita dal commissariamento. "Il risultato conseguito è molto importante ed è frutto del lavoro di molti anni" ha sottolineato ricordando quanto lungo è stato il periodo di commissariamento della sanità "11 anni 6 mesi e 25 giorni, un periodo lunghissimo" che ha visto uno sforzo comune negli anni ha spiegato ricordando tutti i commissari che nel tempo si son passati il testimone. "Un lunga traversata" l'ha definita D'Amato iniziata da "Piero Marrazzo, e poi Mario Morlacco, il professor Elio Guzzanti, Renata Polverini, Giuseppe Spata, Gianni Giorgi, Enrico Bondi Filippo Palumbo, Renato Botti e Giovanni Bissoni. E' corretto che indichi questa sequenza perché è stato un percorso una lunga staffetta e sicuramente Zingaretti ha corso di questa staffetta il tratto più lungo ed oggi possiamo dire che questo lungo lavoro è stato premiato".