Sanità Lazio, Forte (Pd): ora impegno quota capitaria su Latina

Bet

Roma, 6 set. (askanews) - "Esito positivo per la riunione convocata in Regione con l'assessore alla Sanità D'Amato, i sindaci interessati alla vicenda dei Punti di primo intervento e Case della Salute, i consiglieri regionali, i vertici della Asl di Latina e Ares 118. Ora ci dobbiamo impegnarci per la quota capitaria destinata alla provincia , e per questo verrà convocata a breve, su mia richiesta, la conferenza dei sindaci di cui Latina è capofila". Lo dichiara in una nota il consigliere regionale del Lazio del Pd Enrico Forte.

"L'assessore - ricorda Forte - ha dato riscontro positivo alle istanze dei territori, confermando che non vi sarà nessuno smantellamento dei punti di primo intervento i quali, in prospettiva, diventeranno a tutti gli effetti Case della Salute, mentre quelle esistenti verrano ulteriormente implementate. L'operatività dei punti di primo intervento resta h24 ed i servizi erogati saranno collegati al territorio grazie all'ARES 118 che aumenterà i mezzi presenti nelle aree considerate maggiormente strategiche, consentendo di ottimizzare i tempi di trasporto per le emergenze.  Una riunione positiva, dunque, che culminerà con una delibera della Asl di Latina ed un atto dell'Ares che sancirà quanto stabilito nel corso del dibattito. Nel mio intervento nella riunione di giovedì 5 settembre ho sottolineato, una volta superate queste criticità, la necessità di perseguire un nuovo modello sanitario che non pesi sugli ospedali, punti su presa in carico e prevenzione: un percorso già attivato dalla Asl di Latina ma che ora ha bisogno di risorse, tecnologia e personale. Non meno importante, su mia richiesta, la convocazione della conferenza dei sindaci che, insieme a tutte le forze del territorio e dell'azienda sanitaria, avvierà un percorso per incrementare la quota capitaria destinata alla provincia di Latina, ovvero la spesa sanitaria pro-capite, che vede il nostro territorio penultimo sulla scala regionale. Un divario inaccettabile e da superare".