Sanità Lazio, Giannini (Lega): preoccupati per Columbus

Bet

Roma, 30 ott. (askanews) - "È a dir poco allarmante la vicenda che riguarda l'ospedale Columbus, accreditato presso il servizio sanitario nazionale, e sottoposto ormai da diversi anni a una procedura di concordato preventivo per evitare il fallimento. Siamo seriamente preoccupati per il destino di 750 lavoratori e delle loro famiglie". È quanto dichiara in una nota il consigliere regionale del Lazio della Lega, Daniele Giannini. "Non vorremmo che anche questa volta a pagare scelte sbagliate sia come al solito il personale. Chiediamo alla regione, anche alla luce della nota diramata dal Gemelli, di tutelare i lavoratori e quali azioni vorrà porre in essere, per affrontare l'emergenza sanitaria che sicuramente si verrà a creare dal 1 novembre, giorno in cui il presidio potrebbe sospendere le attività con il blocco dei ricoveri nonché con la cancellazione di esami, visite e analisi. Per questo, ho chiesto di convocare un'audizione congiunta delle commissioni sanità e lavoro per ascoltare gli assessori D'Amato e Di Berardino, i curatori fallimentari, i vertici della Fondazione Policlinico Agostino Gemelli, alla presenza - conclude - delle organizzazioni sindacali al fine di scongiurare in ogni modo una crisi sociale, occupazionale e sanitaria".