Sanit Lazio, Palozzi (Cambiamo): ascoltiamo i pazienti cronici

Bet
·1 minuto per la lettura

Roma, 15 lug. (askanews) - "Invitiamo il presidente Zingaretti e l'assessore D'Amato a non sottovalutare il grido di allarme lanciato dalle Associazioni pazienti di persone affette da patologie croniche e rare aderenti alla rete spontanea "Associazioni in rete", che denunciano mediaticamente la riduzione di posti letto nella Uoc di Reumatologia dell'ospedale Umberto I di Roma, il decremento del personale medico e lo smantellamento dell'attivit di Day-Service per la valutazione delle multimorbilit del malato cronico respiratorio e di intere Unit Operative Semplici e Complesse che hanno in carico numerosi pazienti cronici e rari". Cos, in una nota, il consigliere regionale del Lazio ed esponente nazionale di Cambiamo con Toti, Adriano Palozzi. "Chiediamo alla Regione Lazio e alla direzione del Policlinico capitolino se tutto questo corrisponda al vero, nell'auspicio che la riorganizzazione post Covid all'Umberto I non proceda in tale direzione e non avvenga, quindi, il depotenziamento delle cure e del sostegno alle persone affette da patologie croniche e rare. La sanit del Lazio, infatti, non ha certamente bisogno - spiega - dell'ennesimo esempio di desertificazione territoriale ma necessit di una inversione di rotta che potenzi l'offerta sanitaria per la nostra comunit".