Sanità lombarda, legale Garavaglia: è stato un processo inutile

Fcz

Milano, 17 lug. (askanews) - E' stato "un processo inutile che poteva anche non essere fatto" quello celebrato a Milano nei confronti di Massimo Garavaglia, assolto "per non aver commesso il fatto" dall'accusa di turbativa d'asta. Lo ha sottolineato l'avvocato Jacopo Pensa, difensore del viceministro dell'economia, che si è detto "felicissimo" per Garavaglia, dato che, ha puntualizzato il legale subito dopo la lettura della sentenza, "i giudici hanno capito che è una persona per bene e che non ha commesso nessun reato".

Quanto al merito delle accuse, secondo l'avvocato Pensa "la telefonata di segnalazione di un problema non è sufficiente a concorrere in un reato. Secondo noi non c'era neppure il reato in sè, anche se i giudici hanno ritenuto che qualcuno lo avesse commesso". Il viceministro, ha aggiunto ancora il legale, non era preoccupato per l'esito del processo milanese: "Iera sera era sereno e ottimista, anche se è stata una vicenda molto dura da affrontare per lui".