Sanità, M5S: ecco DdL scritto con associazioni giovani medici

Cro-Mpd

Roma, 19 dic. (askanews) - Laurea abilitante e allineata allo standard degli altri paesi europei, competenze e qualità al centro della formazione, creazione di un'osmosi culturale tra medicina generale e specialistica, anche nell'ottica di un potenziamento delle reti assistenziali e formative, che includano le cure primarie e intermedie, evoluzione dello status del medico in formazione, pianificazione delle politiche in tema di risorse umane in sanità per rispondere al bisogno di salute e alle esigenze del Servizio sanitario nazionale. Sono i punti cardine per riformare la formazione post-laurea delineati oggi dalla capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Commissione Igiene e Sanità del Senato, Maria Domenica Castellone, durante una conferenza stampa a Palazzo Madama con Raffaele Mautone e Gaspare Marinello e le associazioni di giovani medici Federspecializzandi, Movimento Giotto, l'associazione italiana medici (aim) e l'associazione italiana giovani medici (Sigm).

"Un punto di partenza - ha spiegato Castellone - per avviare un percorso partecipativo che vedrà le porte del Parlamento aperte a tutti i portatori di interesse (Università, regioni, ordini professionali, associazioni e sindacati di categoria) con l'obiettivo di creare una proposta di riforma strutturale e condivisa di rilancio del sistema formativo e per la tutela del diritto allo studio dei giovani medici in formazione, nell'ottica di garantire ai cittadini un'assistenza sanitaria di qualità, appropriata e sicura, e per promuovere la salute della popolazione in tutte le politiche".

(Segue)