Sanità, Novartis: prezzo Lucentis fu negoziato con Aifa

Cro-Mpd

Roma, 14 nov. (askanews) - Novartis "prende atto di quanto comunicato dagli organi di stampa in merito all'indagine contabile che riguarderebbe l'operato di alcuni Funzionari AIFA, in relazione al prezzo del farmaco Lucentis indicato per la cura della maculopatia". Pur non essendo parte di tale indagine, la casa farmaceutica precisa in una nota che "il prezzo di Lucentis, peraltro analogo o inferiore a quello applicato negli altri paesi europei, è stato determinato mediante negoziazione con AIFA, in piena adesione ai criteri di legge e della delibera CIPE che disciplina la specifica materia". E che "Lucentis, a differenza del farmaco oncologico Avastin impiegato fuori indicazione e quindi, tra l'altro, privo di un prezzo negoziato per l'ambito oftalmico, è stato specificamente studiato e autorizzato per l'impiego contro la maculopatia nelle sue diverse forme". Precisa infine che "la sentenza del consiglio di stato, citata nelle notizie di stampa, non è definitiva, ed è quindi tutt'ora sub judice, poiché oggetto di domanda di revoca nelle sedi competenti".