Sanità, Nursind: iscrizione albo infermieri a carico datore lavoro -2-

Red

Roma, 18 lug. (askanews) - Il giudice di Pordenone, spiega ancora Altavilla, "sembra affermare un principio generale, valido per tutti i professionisti-dipendenti in esclusività di rapporto e, dunque, non soltanto per gli avvocati. Si tratta - rimarca - di un riconoscimento importante dal momento che l'attuale quadro normativo sulla libera professione prevede la possibilità di esercizio di tale attività esclusivamente in capo ai medici delle strutture sanitarie pubbliche, configurando per la categoria infermieristica, invece, un contratto di esclusività". Secondo il segretario nazionale Bottega, "siamo di fronte a una disuguaglianza che va scardinata. Ed è quello che abbiamo sempre denunciato nelle nostre vertenze perché non è più accettabile che gli infermieri si trovino ancora in una posizione di ausiliarietà rispetto ai medici. Ma è anche una battaglia di dignità che continueremo a portare avanti per affermare i diritti della categoria".