Sanit privata, il 2 luglio sciopero e manifestazione

Red/Apa

Roma, 22 giu. (askanews) - "La pandemia in corso che in Italia ha sterminato oltre 32.000 cittadini e nel corso della quale 25.000 operatori sanitari sono stati contagiati, ha confermate alcune cose chiare sul nostro sistema sanitario che l'Unione Sindacale di Base dice da tempo e che devono costituire la base di discussione per la costruzione di un nuovo Sistema Sanitario Nazionale. La Sanit non sar mai pubblica e universale se di mezzo ci sono gli immensi profitti dei privati che con i soldi pubblici lucrano sulla salute delle persone e di lavoratori e lavoratrici". Cos in una nota l'Usb che proclama per il 2 luglio uno sciopero con manifestazione a Montecitorio.

"Mentre contavamo i morti da Covid-19 in pieno picco di contagio, tutti prospettavano una riforma totale del sistema sanitario incentivando il servizio pubblico - spiegano - ma oggi i soliti sostenitori del privato, con il calo dei numeri nei bollettini giornalieri, scoprono le carte progettando cospicue erogazioni economiche proprio agli imprenditori della Sanit Privata, giustificandoli persino con i 13 anni di mancato aumento salariale e nascondendo gli enormi profitti fatti sulle spalle di lavoratori e lavoratrici oltre che dei pazienti".

La USB su questi temi avvia "una straordinaria mobilitazione di tutti i lavoratori della Sanit Pubblica, della Sanit Privata e del Terzo Settore che afferisce alla Sanit, aprendo cos una stagione di rivendicazioni, come inizio di un percorso che porti al Contratto Unico della Sanit e dei Servizi Socio-Assistenziali in modo che a questi lavoratori sia garantito il principio secondo cui a uguale lavoro corrispondano uguale salario e gli stessi diritti".