Sanità, Sileri: va riprogrammata superando logica dei silos

Mpd

Roma, 18 ott. (askanews) - "La nostra sanità pubblica va riprogrammata tutta quanta superando la logica dei silos. Per fare meglio non si possono più quindi considerare servizi e prestazioni come componenti isolate ma nell'ottica di un'integrazione ospedale-territorio con il relativo impatto sociale ed economico". Lo dice il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, in un video inviato al Gruppo Ambrosetti organizzatore del Forum Meridiano Sanità Sicilia, in corso oggi e domani a Palermo.

"La parola chiave - chiarisce - è FARE RETE, nella gestione di qualsiasi patologia, favorendo il modello hub-spoke e l'integrazione con i servizi socio-assistenziali locali. Selezionare chi fa cosa e dove, per assicurare una presa in carico del paziente condivisa su tutto il territorio regionale, ancora meglio se nazionale, che eviti sprechi di tempo e di risorse e garantisca una migliore qualità delle cure.

Fondamentali sono anche le risorse a disposizione. Ricordo allora i due miliardi in più destinati al Fondo sanitario nazionale confermati per il 2020. E altri due per l'edilizia sanitaria e l'ammodernamento tecnologico.

La sanità siamo noi. Se vogliamo, tutti insieme, possiamo contribuire a migliorarla", conclude.