Sanità: Spallanzani, attenzione su epatiti di origine sconosciuta, ma no allarme

·1 minuto per la lettura
featured 1599679
featured 1599679

Roma, 22 apr. (Adnkronos Salute) – L’Inmi Spallanzani di Roma "di fronte alle segnalazioni di casi di epatite di origine sconosciuta in pazienti pediatrici riportate da diversi Paesi europei ed extra europei, sottolinea come esse necessitino della dovuta attenzione da parte della comunità scientifica ma non debbano essere fonte di allarmismo". L'Istituto ha prontamente attivato, attraverso il Servizio regionale per la Sorveglianza delle Malattie infettive (Seresmi) , "un flusso di segnalazione e di monitoraggio di eventuali casi sospetti sul territorio regionale ed è pronto a garantire i necessari approfondimenti anche attraverso tecniche di diagnostica innovative quali la metagenomica, al fine di poter identificare il possibile agente etiologico", sottolinea lo Spallanzani in una nota.

"Tutto questo conferma ancora una volta che le malattie infettive emergenti sono un aspetto sempre più influente e decisivo della patologia umana, e su questa emergenza lo Spallanzani è più che mai pronto a ribadire il suo ruolo di riferimento per la sanità regionale e nazionale, per la ricerca internazionale, per la sicurezza e il benessere dei cittadini", conclude l'Istituto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli