Sanità, Speranza, Figliuolo e Brusaferro a “FarmacistaPiù”

·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 nov. (askanews) - "Prossimità. È questa la parola chiave per continuare ad andare incontro alle esigenze dei cittadini. Le nostre 19.000 farmacie, comprese quelle rurali, si sono dimostrate dei presidi imprescindibili per garantire servizi fondamentali su tutto il territorio". Lo ha affermato ieri sera il ministro della Salute, On. Roberto Speranza, durante il suo intervento alla cerimonia inaugurale, presso il Nobile Collegio di Roma, di FarmacistaPiù, il Congresso dei farmacisti italiani, in corso da oggi fino a domenica. Speranza ha risposto alle richieste e alle proposte dei farmacisti rispondendo alla giornalista Maria Soave.

Speranza ha sottolineato che "siamo a una vera e propria svolta: si chiude la stagione dei tagli, per fare spazio agli investimenti: nella Legge di Bilancio che stiamo approvando l'impegno è di portare il fondo per il SSN a 128 miliardi di euro nel 2024. Il Covid ha fatto irruzione nella vita di tutti noi, cambiando consapevolezze e priorità: oggi il nostro obiettivo è la salute. Se le recenti parole dell'Oms sulla ripresa dei contagi rappresentano un campanello d'allarme da non sottovalutare, noi guardiamo ai prossimi mesi con la consapevolezza che lo strumento del vaccino rappresenta un'importante opzione per gestire la situazione epidemiologica. A guidarci sarà sempre e comunque l'evidenza scientifica".

Interpellato sui temi di stretta attualità, Speranza ha detto, riguardo alla possibilità di estendere lo stato di emergenza oltre il 31/12, che il governo "ci penserà nell'imminenza della data, valutando i dati pandemici e le evidenza scientifiche". Quanto alle vaccinazioni per la fascia 5/11 anni, "l'Ema si dovrebbe pronunciare a dicembre, aspettiamo il suo parere, anche se già ora negli Usa si è presa questa via".

Il Green pass per chi si è vaccinato con Sputnik e Sinovac, non approvati dall'Ema? "Il ministero della Salute si è pronunciato, autorizza il rilascio del greenpass a chi ha ricevuto una dose booster Pfizer o Moderna, entro sei mesi dalle somministrazioni precedenti". Sulla farmacia dei servizi, Speranza ha elogiato il lavoro ininterrotto e l'abnegazione dei farmacisti nei mesi dell'emergenza, ringraziandoli per aver potuto contare sulla passione e la capillarità che li contraddistingue.

Il Commissario all'Emergenza Covid Francesco Figliuolo ha richiamato le Regioni e le Province autonome a una accelerazione sulla terza dose del vaccino: "Dobbiamo affrettarci e imprimere ritmo alle terze dosi. Siamo pronti: ci sono le dosi, c'è l'organizzazione e ci sono chiarezza di idee e lavoro di squadra".

Anche il Generale ha voluto ringraziare i farmacisti per la disponibilità e la professionalità dimostrate, così come per la spinta a fare sinergia e a mettersi al servizio del Paese. L'on. Andrea Mandelli, presidente del congresso e della Fofi, ha consegnato al generale il Premio Leopardi per l'impegno civico in occasione della pandemia in atto e per aver incentrato la gestione delle vaccinazioni su un sistema più capillare e prossimo al cittadino, con il coinvolgimento attivo delle farmacie, contribuendo così a valorizzare in tal modo il ruolo fondamentale della professione nelle attività di potenziamento della sanità territoriale.

Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità, ha sottolineato quanto "la salute pubblica si basi sulla fiducia. Siamo riusciti a modellare la curva epidemiologia grazie alla fiducia riposta nelle indicazioni date dal Sistema, oggi per gestire la situazione e domani per promuovere la salute individuale e delle nostre comunità".

Brusaferro ha poi confermato quanto il farmacista non si sia fatto sopraffare dalla pressione e dalle responsabilità, continuando a formarsi e aggiornarsi, oltre che svolgere la professione: sono circa 700.000 i professionisti che hanno completato il corso a distanza su Sars-Cov2. Anche il presidente dell'Istituto superiore di sanità è stato quindi premiato per il contributo apportato allo sviluppo professionale del farmacista nei corsi istituiti per la somministrazione in sicurezza dei vaccini e per l'alto impegno profuso a tutela della salute.

Andrea Mandelli ha poi concluso evidenziando alcuni "nodi" da sciogliere: l'importanza di valorizzare il ruolo della farmacia di città come quella rurale nella Missione 5 del PNRR per perseguire il concetto di prossimità; la necessità di affrontare il tema della cronicità; l'imprescindibilità delle questioni legate a remunerazione, convenzione e rinnovo del contratto. Temi questi che saranno affrontati, insieme a tanti altri, anche nel corso della tre giorni convegnistica: "Siamo giunti all'ottava edizione: 35 convegni, 160 relatori, 22 associazioni di categoria coinvolte. È il momento di progettare insieme il futuro e noi siamo pronti. Continueremo a dimostrare che da 800 anni di storia, oggi più che mai, trasformiamo la ripresa in rinascita".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli