Sanità territoriale, L. Moratti: seguiamo indicazioni Agenas

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 giu. (askanews) - Per il miglioramento della Sanità territoriale lombarda "abbiamo seguito le indicazioni di Agenas, che sono prescrittive". Lo ha detto l'assessore al Welfare e vicepresidente di Regione Lombardia Letizia Moratti, intervenendo al convegno "Modelli di governance dei servizi sanitari e socio sanitari regionali a confronto" in corso a Palazzo Pirelli a Milano.

"Ringraziamo Agenas per le indicazioni che ci ha fornito: l'istituzione dei Dipartimenti di prevenzione, dei Distretti e dei Dipartimenti di salute mentale quali articolazioni delle Asst - ha detto Letizia Moratti - e abbiamo previsto il rafforzamento del rapporto con le categorie produttive" oltre al "rafforzamento delle relazioni con l'università e il mondo della ricerca, facendo leva sull'eccellenza delle nostre università e Centri di ricerca".

"Questa legge - ha proseguito l'assessore - intende intervenire dove sono necessari miglioramenti. Sicuramente quindi in ambito di sanità territoriale". Le linee di sviluppo della revisione indicano "in maniera molto precisa come andremo a rafforzare la sanità territoriale", tenendo conto, ha spiegato Moratti, della regolamentazione inviata dal governo all'Europa "relativa alla Sanità per quanto riguarda il Pnrr".

Per quanto riguarda la governance, "riconfermiamo il ruolo di indirizzo politico da parte dell'assessorato Welfare, l'indirizzo di alta programmazione da parte del dg welfare, che rafforzerà il suo ruolo di guida, la programmazione da parte di Ats e l'erogazione da parte degli enti erogatori, pubblici e privati. Quindi una governance molto precisa", ha detto Letizia Moratti, che ripropone "la distinzione tra erogazione e programmazione che c'è da sempre nella nostra regione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli