Sanità, Zaia: Veneto leader in Italia per screening tumore seno -3-

Bnz

Venezia, 18 ott. (askanews) - Lo screening della cervice dell'utero, rivolto alle donne tra 25 e 64 anni, che vengono invitate a eseguire un Pap Test o un test Hpv, ha un'estensione corretta delle donne invitate del 100% e un'adesione delle donne agli inviti del 62,8%, più di 22 punti in più della media nazionale, ferma al 39,9%. In un solo anno, grazie alla prevenzione, sono state diagnosticate 461 lesioni precancerose.

Lo screening colorettale, rivolto a uomini e donne tra 50 e 69 anni con la ricerca biennale delle feci occulte, presenta un'estensione corretta degli inviti pari all'89,3% e un tasso di adesione al 63,9%, il che ha permesso, in un anno, di diagnosticare e poi curare 376 carcinomi e 3.401 adenomi avanzati.

Il raffronto di sintesi tra il sistema sanitario veneto e quello nazionale in tema di screening, vede il Veneto primeggiare in tutti e tre.

Per la mammella, l'adesione in Veneto è del 68,1% contro il 55% in Italia. Per la cervice dell'utero l'adesione in Veneto ha raggiunto il 57,8% contro il 39,9 in Italia. Per il colon retto, l'adesione in Veneto è al 62,9% contro il 40,4% in Italia.