Sanita': Censis, 2 mln italiani 'salvati' da diagnosi precoce

(ASCA) - Roma, 3 mag - Sono piu' di 2 milioni le persone che

dichiarano che nel 2011, grazie a un accertamento diagnostico

eseguito tramite la Tac, la risonanza magnetica, l'ecografia,

la mammografia o un test di laboratorio, hanno scoperto di

essere affette da una patologia grave, potenzialmente

mortale, riuscendo cosi' a curarsi per tempo. E' quanto

emerge da una ricerca realizzata dal Censis per

Assobiomedica, presentata oggi a Roma.

Sono 700 mila gli occupati che, grazie a un accertamento

diagnostico, hanno potuto individuare patologie mortali da

cui sono stati curati: in termini di produttivita', cio'

equivale a un valore aggiunto di circa 40,6 miliardi di

euro.

Ricerca

Le notizie del giorno