Sanita': studio GB, da medici di famiglia troppi errori prescrizione farmaci

Roma, 2 mag. (Adnkronos Salute) - Sonora 'bocciatura' per i medici di famiglia britannici. Secondo uno studio del General Medical Council, infatti, questi dottori fanno troppi errori nel prescrivere i farmaci ai loro pazienti. In particolare, un paziente su sei avrebbe ricevuto una prescrizione sbagliata nell'ultimo anno. La ricerca, che ha passato al setaccio le ricette stilate per 1.200 pazienti, ha scoperto che le vittime di questi sbagli sono soprattutto anziani e giovanissimi. Ma la buona notizia è che, secondo il rapporto, molti errori sono minori, e alcuni sarebbero stati corretti dal farmacista prima che il farmaco sbagliato arrivasse nelle mani dei malati.

Tuttavia, secondo i ricercatori, c'è spazio per un miglioramento: occorre potenziare la formazione rivolta ai medici di medicina generale, spiegano gli studiosi, e rinforzare i controlli sulle pratiche di prescrizione. Non solo, secondo gli scienziati sarebbe il caso di allungare i tempi della visita, per allentare la pressione sui medici stessi. "E' importante fare tutto il possibile per evitare ogni errore", sottolinea Tony Avery, responsabile del team. Ma quali sono gli sbagli messi in luce dalla ricerca? Il tipo più comune di errore riguarda informazioni incomplete sulla prescrizione, seguito da problemi con le dosi e i tempi di somministrazione dei medicinali. In totale il 18% dei pazienti è incappato in almeno una prescrizione errata nel corso dell'anno. Ma per gli 'over 75' il dato schizza al 38%, e anche per i bambini sotto i 14 anni le possibilità di uno sbaglio sono più alte della media, spesso a causa della difficoltà nel calcolare le dosi in modo corretto.

In generale, solo il 4% degli errori è stato giudicato grave. E' il caso di pazienti allergici cui sono stati prescritti proprio i prodotti che scatenavano le loro reazioni, o degli errori su medicinali potenzialmente molto rischiosi. Tanto che lo stesso segretario alla Salute, Andrew Lansley, è intervenuto assicurando che il governo sta lavorando con i medici per migliorare le pratiche relative alla prescrizione di medicinali. Inoltre, anche in caso di sbagli, non mancano nel servizio sanitario i filtri a tutela della sicurezza dei pazienti. "La stragrande maggioranza delle prescrizioni - ha detto alla Bbc online - è controllata dai farmacisti di comunità, in grado di rimediare a eventuali errori quando i medicinali vengono dispensati".

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno