Sanita': venditori protesi usati come infermieri, 11 rinvii a giudizio a Massa Carrara

Massa Carrara, 30 apr. (Adnkronos Salute) - Venditori di protesi utilizzati come infermieri, durante le operazioni chirurgiche per l'impianto delle stesse protesi. E' quanto hanno scoperto i carabinieri all'ospedale di Massa. La Procura della città apuana ha chiesto, al termine delle indagini, il rinvio a giudizio di 11 persone, 6 venditori e 5 medici. Sono accusati di esercizio abusivo della professione sanitaria, i medici anche di falso ideologico, perché non avrebbero annotato - volontariamente secondo l'accusa - sul registro la partecipazione degli agenti di commercio agli interventi chirurgici.

L'inchiesta è partita nel 2007, quando i veri infermieri sono andati a denunciare quanto accadeva ai carabinieri. I militari hanno scoperto che ormai da tempo gli agenti di commercio partecipavano alle operazioni di impianto delle protesi: 45 interventi chirurgici accertati, tutti peraltro perfettamente riusciti. I medici indagati hanno ammesso che i venditori li assistevano, ma sostengono che l'apporto di questi ultimi era indispensabile sia perché competenti, sia per ovviare alle carenze di personale specializzato. L'udienza è fissata per il prossimo 17 maggio.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno