1 / 11

Ultimo

La vittoria di Mahmood alla 69esima edizione del Festival di Sanremo ha portato con sé uno strascico di polemiche.

Sanremo 2019, Ultimo attacca i giornalisti dopo il secondo posto

(KIKA) – SANREMO – La vittoria di Mahmood alla 69esima edizione del Festival di Sanremo ha portato con sé uno strascico di polemiche. A mettere benzina sul fuoco prima ci ha pensato il ministro degli Interni Salvini, esprimendo la sua preferenza a favore del secondo classificato Ultimo. Proprio lo stesso cantante si è reso protagonista di uno scontro aspro con i giornalisti in sala stampa dopo la consacrazione del vincitore.

GUARDA ANCHE: Mahmood vince la 69esima edizione del Festival di Sanremo

Dopo aver fatto i complimenti al vincitore chiamandolo “ragazzo” e non col suo nome, beccandosi i rimbrotti dei giornalisti è esploso:  “Avete questa settimana per sentirvi importanti e dovete rompere il cazzo. Tanto qualsiasi cosa io dico troverete qualcosa da ridire”.

GUARDA ANCHE: Sanremo 2019, ultimo atto, Elisa commuove con l’omaggio a Tenco

Ventisette anni, madre italiana e padre egiziano, Mahmood è arrivato al Festival proprio come Ultimo, vincendo cioè le nuove proposte a Sanremo.  “Io sono cento per cento italiano, mia madre è sarda e mio babbo egiziano ma io sono nato e cresciuto in Italia”, ha spiegato il vincitore della rassegna a chi gli chiedeva come stesse vivendo questo momento alla luce delle polemiche sui migranti che hanno preceduto il festival.