Sanremo 2020, Enrico Nigiotti si racconta: “Baciami Adesso non è un brano d’amore”

enrico nigiotti

Enrico Nigiotti è tra i 24 cantanti in gara al Festival di Sanremo 2020: in occasione della sua terza partecipazione al Festival propone la canzone Baciami Adesso. Per il cantautore originario di Livorno dunque è la terza partecipazione al Festival, mentre si tratta della seconda se consideriamo la categoria Big. Lo scorso anno, infatti, Nigiotti si è presentato a Sanremo con la canzone Nonno Hollywood (decimo posto finale), mentre nel 2015 guadagnò la terza posizione in classifica nella categoria giovani grazie al brano Qualcosa da decidere.

Enrico Nigiotti racconta “Baciami adesso”

Di cosa parla il brano che porterai sul palco dell’Ariston?

“Rappresenta senza dubbio una canzone particolare, è una sorta di racconto tra me e me sopra una canzone d’amore. Non parla di due persone che come capita spesso cercano di starsi lontano anche se vorrebbero in realtà stare vicine. Parla di quello che ogni persona può vivere in una storia di passione. La parola ti amo non esiste in questa canzone semmai il ti voglio.”

Per la serata cover porterai “Ti regalerò una rosa” di Cristicchi. Come mai questa scelta?

“Questo brano è una canzone riflessiva molto diversa da “Baciami adesso” che è un brano romantico. La canzone di Cristicchi mi piace proprio perché è diversa da me.”

Ci puoi parlare del tuo prossimo album “Nigio”?

“L’album uscirà il 14 febbraio (giorno di San Valentino). Questo progetto è durato 4/5 mesi perché ho voluto aggiungere una sonorità in più: ci sarà un forte richiamo alla chitarra elettrica. Ho cercato di portare 8 canzoni come se fossero otto stanze diverse ma della stessa casa. C’è molto Pasolini in questo mio nuovo lavoro.”

Il tuo stato d’animo prima di questa nuova avventura come si potrebbe descrivere?

“Un caciucco di emozioni. Carico, poi spento e poi ancora carico: tra la gioia immensa e un pò di tristezza. Quando mi sento un pò triste mi metto da solo in stanza con la chitarra e le cuffiette e ripeto a manetta il mio brano”.