Sanremo 2020, Fasma: “Odio la competizione ma voglio vincere”

Sanremo 2020, Fasma: “Odio la competizione ma voglio vincere”

Dai sobborghi di Roma al palco del Festival di Sanremo: Fasma è pronto a diventare il nuovo idolo dei giovanissimi. Il nuovo album dell’arista romano è “Io sono Fasma” ed è in uscita il prossimo 28 febbraio: “Il titolo – ha affermato Fasma – non ha l’intenzione di essere auto-celebrativo ma vuole affermare che la mia musica è quella che sono, non potrei mai attingere da quello che non mi appartiene.

Fasma racconta il suo Sanremo 2020

La tua esibizione è stata fatta con gli occhi chiusi. Ci spieghi il motivo?

“Non penso di essermi perso il momento, quando vado sul palco voglio portare quello che sono, per presentare la mia musica.”

Quale è l’origine del tuo nome Fasma?

“Mi piace l’idea di dare la possibilità di poter comunicare senza essere nel posto, come fa un fantasma non fisicamente.”

Chi vorresti accanto a te in finale?

“Non ci voglio pensare, prima mi godo la semifinale.”

Parlaci dei tuoi progetti futuri e a cosa ti ispiri?

“Non mi sento un artista, per i progetti futuri uscirà un album Io sono Fasma. parlerà la musica, della mia musica, quello che sono. La debolezza del chiudersi dentro se stessi diventa la forza più grande.”

La tua vita personale è cambiata dopo il successo?

“Chi si fa cambiare da degli oggetti è una persona senza coraggio, i miei amici sono stati fondamentali e lo saranno sempre.”