Sanremo 2020, il Comune di Alessandria: “Non guardate il Festival”

Sanremo Alessandria

La consulta comunale di Alessandria per le Pari opportunità ha chiesto cittadini di boicottare Sanremo: la vicenda è avvenuta in seguito alle polemiche su Amadeus e Junior Cally.

Alessandria contro Sanremo

La posizione della consulta comunale per le pari opportunità ad Alessandria ha chiesto ai cittadini della città di “boicottare” il Festival di Sanremo. La vicenda è accaduta sulla scia delle polemiche che hanno investito il direttore artistico di questa edizione, Amadeus, reo di aver dichiarato nella conferenza stampa d’apertura al Festival che Francesca Sofia Novello, fidanzata di Valentino Rossi, sarebbe stata scelta per la sua capacità di “stare un passo indietro a un grande uomo”.

La consulta ha bocciato anche la partecipazione di Junior Cally allo show, anche lui al centro di un acceso dibattito per via di un suo testo dalle tematiche profondamente sessiste. “È per rappresentare le istanze della popolazione femminile della città in merito al linguaggio sessista utilizzato dal direttore artistico e all’ammissione di un artista che lede l’immagine della donna con messaggi violenti fino ad istigare crimini nei suoi confronti”, ha fatto sapere la consulta comunale durante una seduta apposita.

La polemica è stata discussa da anche alcune celebrità come Michelle Hunziker, che pure aveva duramente condannato quanto accaduto nella conferenza stampa del Festival di Sanremo. Viceversa Maurizio Costanzo aveva preso le difese di Amadeus contro tutti coloro che fossero intenzionati a boicottare lo show e in tanti si domandano a questo punto se davvero siano in tanti a decidere di boicottare Sanremo.