Sanremo 2020, il direttore di Rai 1 apre ad un Amadeus bis per il 2021

sanremo-2020-amadeus

Mentre il Festival di Sanremo 2020 sta per volgere al termine iniziano le speculazioni su chi potrà essere il conduttore della prossima edizione della kermesse canora, con la possibilità di un Amadeus bis che inizia a farsi largo tra i vertici della televisione di Stato. Intervistato nella giornata dell’8 febbraio, il direttore di Rai 1 Stefano Coletta non ha infatti escluso la possibilità che il presentatore possa ritornare per l’edizione 2021 del Festival, come del resto già accaduto numerose volte con i presentatori di quest’ultimo decennio.

Sanremo 2020: ipotesi Amadeus bis

Intervistato da Marco Liorni durante la trasmissione Italia Sì, il direttore Coletta ha espresso la sua opinione in merito ad un’eventuale bis di Amadeus per la conduzione del Festival nel 2021: “Penso che i risultati portino naturalmente al fatto che Amadeus lo meriti, ma non ne abbiamo ancora parlato. Non se n’è parlato perché l’intensità con cui si è lavorato a questa edizione ha impedito finora di fermarci a parlare del futuro”.

Affermazioni condivise anche dall’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini, che senza esporsi eccessivamente si è detto soddisfatto del lavoro di Amadeus al timone di Sanremo 2020: “Non abbiamo ancora pensato: ci prendiamo una pausa, poi ci penseremo. Ma sono estremamente soddisfatto del lavoro di Amadeus”.

Un volto Rai alla conduzione

Tra i numerosi pareri espressi in queste ultime ore è però emersa quella che può essere definita una certezza: cioè che il Festival di Sanremo debba essere condotto da un nome che sia espressione dell’azienda di viale Mazzini, evitando così di fare affidamento a professionisti esterni come accadde per le edizioni del Festival condotte da Gianni Morandi o da Claudio Baglioni.

In merito a ciò, il consigliere d’amministrazione Giampaolo Rossi ha affermato: “Ne abbiamo parlato anche in cda. Riteniamo Amadeus un volto Rai, un talento dell’azienda. Se poi si riesce a trovare una modalità per realizzare il festival ancora più internamente, ben venga”.