Sanremo 2020, I Pinguini Tattici Nucleari: “Siamo pronti a stupire con Ringo starr”

pinguini tattici nucleari

i Pinguini Tattici Nucleari presentano Ringo starr. Una delle band più famose dell’It-Pop che in pochi si aspettavano sul palco dell’Ariston. Nel 2012, tra i banchi di scuola, nasce il gruppo formato da Riccardo Zanotti, Nicola Buttafuoco, Elio Biffi, Lorenzo Pasini, Simone Pagani e Matteo Locati. L’origine del nome? Molto curiosa. Il nome del gruppo infatti deriva dalla Tactical Nuclear Penguin, una birra scozzese ormai fuori produzione.

Ringo Starr: il brano sanremese de I Pinguini Tattici Nucleari

Ci raccontate il brano che portate a Sanremo 2020?

“Tutto all’interno di questa canzone è una grande metafora. Ringo starr è quella centrale ma ce ne sono anche altre che raccontano più o meno la stessa cosa cioè quanto per noi sia importante il lavoro e la vita di chi sta in seconda fila. Ringo è l’emblema di questo perché nonostante sia così gigantesco quando parliamo dei Beatles l’ultimo che ci ricordiamo.”

Quale è stata la reazione che avete avuto quando Amadeus vi ha comunicato la sua decisione?

“La prima cosa che abbiamo fatto non me la ricordo. Ancora non abbiamo razionalizzato bene il tutto: è una grandissima sfida per noi. C’è una grande solidarietà tra tutti gli artisti lo vogliamo sottolineare.”

Come vi state preparando? Cosa si deve aspettare il pubblico da voi?

“Noi ci siamo preparati tanto suonando. Per questo da questo punto di vista, quello musicale, siamo tranquilli riguardo la nostra esibizione. Abbiamo anche fatto un pò più di attività fisica rispetto al normale che questo non fa mai male.”

Progetti post Sanremo ne avete?

“Assolutamente si. Poco dopo il Festival inizieremo il nostro tour in tutti i palazzetti d’Italia.”