Sanremo 2020, Rula Jebreal: quanti soldi ha guadagnato al minuto

RulaJebrealSanremo

Dopo le polemiche sul cachet impazza la bufera su Rula Jebreal che, secondo indiscrezioni, avrebbe guadagnato ben 2500 euro al minuto per il suo monologo a Sanremo 2020.

Rula Jebreal: il monologo

Il pubblico dei social network è diviso per quanto riguarda Rula Jebreal che, seppure ha commosso i telespettatori con il suo monologo contro la violenza sulle donne, avrebbe percepito ben 2500 euro al minuto per la sua presenza alla kermesse. La giornalista palestinese ha rivelato in prima persona che metà del suo compenso sarebbe andato in beneficenza, ma sui social gli haters si sono scatenati a suon d’insulti contro di lei e il resto degli ospiti dello show.

Ovviamente non è l’unica ad essere finita al centro della bufera per i presunti incassi da capogiro a Sanremo 2020. Come lei anche Roberto Benigni e molti altri ospiti della kermesse avrebbero incassato cifre astronomiche e, stando a quanto emerso nelle ultime ore dalle indiscrezioni circolate in rete, al Festival di Sanremo sarebbero scattate anche delle denunce per via invece dei compensi miseri previsti invece per i musicisti della serata. 50 euro per ciascuna serata della kermesse, con turni massacranti dal mattino alla notte inoltrata. Per il momento dai vertici Rai ancora nessuna conferma o smentita riguardante la voce che, se dovesse rivelarsi vera, certo non garantirebbe all’emittente televisiva una bella figura.

Intanto al Festival fervono i preparativi per la seconda serata che, stando a quanto rivelato da Amadeus, sarà comunque ricca di sorprese e di ospiti imperdibili: tra loro sarà presente anche il musicista Zucchero Fornaciari.