Sanremo 2020, Sincero di Bugo e Morgan: testo e significato

bugo e morgan

Tra i 24 big in gara al Festival di Sanremo 2020 c’è anche la coppia formata da Bugo e Morgan: i due presentano il brano Sincero. “A Sanremo ci andrei subito, alla mia casa discografica lo sanno – diceva Bugatti nel 2006 -. Magari, però, con qualcosa di un po’ diverso dalla solita canzone da festival“. Finalmente, dopo vari tentativi, il giovane ha coronato il suo sogno. Per Morgan, invece, si tratta delle terza partecipazione (dopo quelle del 2001 e del 2010 con i Bluevertigo).

Sui social media nelle ultime ore, inoltre, sono spuntati diversi messaggi che spiegano le ragioni che hanno spinto i due artisti a partecipare alla kermesse di Rai 1. Il Festival va in onda dal 4 all’8 Febbraio al teatro Ariston.

Bugo e Morgan, Sincero

Con un po’ di ironia, Bugo presenta sui social il titolo della canzone (Sincero) che con Morgan porta a Sanremo 2020: “Ecco i sinceri“, ha scritto. “Mi diverte questa cosa di essere sconosciuto ai più – ha aggiunto Bugatti -, mi dà la sensazione/brivido di essere un ventenne esordiente. Il che è sempre un bagno di umiltà che mi tiene con i piedi per terra”. Poi, passando alla terza persona, racconta: “Bugo ha sempre desiderato partecipare al Festival della Canzone italiana”. Ci sono voluti alcun album: il primo, ad esempio, è uscito nel 2000, “ma il Festival è sempre stato nei miei pensieri”. Da quanto ha confessato in un’interista, Bugo ha tentato per anni di salire sul palco dell’Ariston e perseguendo i suoi obbiettivi “con ostinazione e perseveranza”, nel 2020 ha coronato il suo sogno.

“Non mi definisco un artista di nicchia (la cosa più limitante che si può dire su di me)” ha aggiunto infine. “Si deve avere pazienza e umiltà se nella propria testa i sogni sono chiari e limpidi”.

Bugo e Morgan, Sincero: il testo

di A. Bonomo – M. Castoldi – C. Bugatti – A. Bonomo – S. Bertolotti
Ed. Edizioni Curci/Tetoyoshi Music Italia
Milano – Nizza Monferrato (AT)

Le buone intenzioni, l’educazione
La tua foto profilo, buongiorno e buonasera
E la gratitudine, le circostanze
Bevi se vuoi ma fallo responsabilmente
Rimetti in ordine tutte le cose
Lavati i denti e non provare invidia
Non lamentarti che c’è sempre peggio
Ricorda che devi fare benzina
Ma sono solo io
E mica lo sapevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Scegli il vestito migliore per il matrimonio
Del tuo amico con gli occhi tristi
Vai in palestra a sudare la colpa
Chiedi un parere anonimo e alcolista
Trovati un bar che sarà la tua chiesa
Odia qualcuno per stare un po’ meglio
Odia qualcuno che sembra stia meglio
E un figlio di puttana chiamalo fratello
Ma sono solo io
Non so chi mi credevo
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Vestirmi male e andare sempre in crisi
E invece faccio sorrisi ad ogni scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Abbassa la testa, lavora duro
Paga le tasse buono buono
Mangia bio nei piatti in piombo
Vivi al paese col passaporto
Ascolta la musica dei cantautori
Fatti un tatoo, esprimi opinioni
Anche se affoghi rispondi sempre
Tutto alla grande
Però di te m’importa veramente
Aldilà di queste stupide ambizioni
Il tuo colore preferito è il verde
Saremo vecchi indubbiamente ma forse meno soli
Volevo fare il cantante
Delle canzoni inglesi
Così nessuno capiva che dicevo
Essere alcolizzato spaccare i camerini
E invece batto il cinque come uno scemo
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Sono sincero me l’hai chiesto tu
Ma non ti piace più
Ma non ti piace più
Ma non ti piace