Sanremo 2020, Tiziano Ferro in lacrime mentre ricorda Mia Martini

sanremo 2020 tiziano ferro lacrime

Grandi emozioni sul palco dell’Ariston durante la prima puntata del Festival di Sanremo 2020: Tiziano Ferro non è riuscito a trattenere le lacrime durante l’esibizione sulle note di Almeno tu nell’universo di Mia Martini. “Non ce l’ho fatta” ha ammesso il cantante di Latina, che ha sottolineato come la sua sia stata la prima interpretazione del celebre brano eseguita da un cantante uomo.

Sanremo 2020: Tiziano Ferro in lacrime

L’intensa esibizione di Tiziano Ferro si è conclusa in lacrime di commozione, a causa del profondo significato artistico del brano che Mia Martini portò su quello stesso palco nel lontano 1989. Una volta terminata la canzone, lo stesso Ferro ha avuto un sincero moto di scuse nei confronti di Amadeus, affermando: “Ho rovinato tutto. […] Per un cantante questa è un’operazione a cuore aperto”, ma allo stesso tempo ammettendo di non aver saputo resistere all’emozione.

Un’emozione percepita anche dal pubblico del teatro Ariston, che si è alzato in piedi per una lunghissima standing ovation che ha celebrato sia il talento di Tiziano Ferro che la bellezza senza tempo del brano di Mia Martini. Lo stesso Ferro si era in precedenza esibito cantando il capolavoro di Domenico Modugno Nel blu dipinto di blu.

L’inedita interpretazione

Nel cercare di spiegare la sua commozione e il significato particolare dell’esibizione di questa sera, Tiziano Ferro ha specificato di essere stato il primo cantante uomo a cimentarsi con il brano di Mia Martini, scritta dal grande cantautore genovese Bruno Lauzi: “È la prima volta che un uomo canta questa canzone. Bruno Lauzi diceva che non può essere declinata al maschile. È stato un salto nel buio, e un po’ non ce l’ho fatta, ma chi se ne frega”.