Sanremo 2021, Ermal Meta risponde alle accuse di Willie Peyote

·1 minuto per la lettura
Sanremo
Sanremo

Ermal Meta, in gara con il brano Un milione di cose da dirti, si è aggiudicato il terzo posto nel corso della finale del 71esimo Festival di Sanremo. A poche ore dalla conclusione della discussa kermesse musicale, il cantante ha deciso di rispondere ad alcune accuse rivolte nei suoi confronti da parte di uno dei colleghi inclusi tra i Big.

VIDEO - Chi è Ermal Meta?

Sanremo 2021, scontro tra Ermal Meta e Willie Peyote

A poche ore dalla conclusione di Sanremo 2021, Ermal Meta ha postato un messaggio sul suo account Twitter rivolto al collega e sesto classificato Willie Peyote, in gara con il brano Mai dire mai (La Locura).

Ermal Meta, infatti, ha pubblicato un tweet nel quale dichiara: «Caro @willie_peyote voglio farti un dispetto e dirti quello che penso. Penso che tu sia bravo. Ieri eravamo a due metri di distanza nei camerini e se mi avessi detto di persona queste parole, saresti stato il coraggioso che appari sul palco. Buona fortuna e buona musica».

Le parole del cantante italo-albanese si riferiscono a quanto affermato da Willie Peyote in relazione alla terza serata del Festival di Sanremo, dedicata alle cover. A questo proposito, infatti, il sesto classificato si è espresso in modo particolarmente ironico rispetto alla scelta del brano proposto dal collega sul palco dell’Aristo. Willie Peyote, infatti, ha spiegato nel corso di una delle sue usuali dirette Twitch: «Cantare Caruso nella sera del compleanno di Lucio Dalla è una scelta molto ruffiana».

Una simile constatazione, quindi, ha offeso Ermal Meta, provocandone la reazione mostrata sui social.

VIDEO - Chi è Willie Peyote?