Sanremo 2021, il significato della parola “Maneskin”

·2 minuto per la lettura
Gruppo
Gruppo

I Måneskin hanno vinto la 71esima edizione del Festival di Sanremo con il brano Zitti e buoni, raggiungendo l’apice della propria notorietà e attirando su di sé ogni genere di curiosità e attenzione.

Maneskin, il significato del nome dei vincitori di Sanremo 2021

In seguito alla recente vittoria conseguita a Sanremo 2021, sono molti gli interrogativi posti in relazioni alla band che ha conquistato l’Ariston. Uno fra tutti riguarda il significato del nome del gruppo che è stato illustrato dalla bassista Victoria De Angelis.

La ragazza, infatti, ha spiegato che il nome è stato scelto in modo del tutto casuale: il termine Måneskin, infatti, deriva dalla lingua danese e vuol dire “chiaro di luna”.

La bassista, nel corso della partecipazione a X Factor, aveva raccontato che la band era costantemente alla ricerca di un nome da darsi per poter partecipare a eventi pubblici «ma non sapevamo come chiamarci». In un secondo momento, poi, date le origini danesi di Victoria, gli altri componenti del gruppo hanno deciso di cercare una parola che derivasse da quella specifica lingua. È stato sufficiente, poi, che la bassista pronunciasse il termine “Måneskin” per far innamorare i ragazzi del suo suono e sceglierlo come nome ufficiale della band nonostante il suo significato di “chiaro di luna”. A questo proposito, gli stessi musicisti hanno evidenziato come un simile significato «non c’entra niente con noi».

Gli esordi della band

I Måneskin sono composti da quattro elementi di età compresa tra i 20 e i 22 anni: Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi e Ethan Torchio.

Il gruppo è stato fondato nel 2015 per poi raggiungere ampia fama con la partecipazione a X Factor nel 2017, sotto la guida di Manuel Agnelli, con il quale i Måneskin si sono esibiti in occasione della serata di Sanremo 2021 dedicata alle cover con il brano Amandoti.