Sanremo, Amadeus: sono l’uomo più felice del mondo

Amadeus

Un grande Festival, in tutti i sensi, quello di Sanremo 2020. La 70esima edizione ha fatto faville, come dimostrano gli ascolti: 60.06 % di share nella serata finale, un record.

Amadeus: “sono il più felice del mondo”

A essere “l’uomo più felice del mondo” oggi è il direttore artistico del 70esimo Festival della Canzone Italiana. Nella conferenza stampa finale, tra qualche lacrima, Amadeus commenta lo straordinario successo di Sanremo 2020: “tutto quello che è accaduto è bellissimo. L’edizione numero 70 ti imponeva di fare qualcosa di speciale rispetto al solito, l’azienda mi ha dato una grandissima opportunità. Questo era il festival che volevo fare nel settantesimo anniversario, era quello che sognavo. Ringrazio l’ad Fabrizio Salini, il direttore di Rai1 Stefano Coletta che ci ha fa fatto sentire sicuri. Ringrazio il pubblico: tutto quello che ho vissuto in questa settimana me lo terrà nel cuore e nei ricordi. Un pensiero particolare a mio fratello, Fiorello, alle 8.30 era già in autostrada, io ero andato a dormire alle 6.30″.

Sanremo 2020, record di ascolti

Un grande grazie al one-man-show della settimana della musica arriva proprio dal direttore di Rai1, Stefano Coletta, che definisce l’edizione di quest’anno come un successo. “Non è un bilancio è uno ‘strabilancio’, è record del millennio. La media delle cinque serate è del 54,44% non si raggiungeva questo dato dal 1999“. Grandi numeri, per un grande pubblico: “Durante la parte finale oltre a picchi di share che superano il 70% di share avevamo oltre 7 milioni di spettatori davanti alla tv. Ringrazio Amadeus e Fiorello che ha giocato in casa, la vittoria spetta a loro e a Tiziano Ferro e a tutta la squadra. È stata l’edizione dei record per quanto riguarda gli individui giovanissimi la fascia 15-24 anni ha superato il 60%, non succedeva dal 1998. Grande quota di pubblico laureato, è tornata alla visione del festival una festa di musica, un grande family show. Il picco d’ascolto: 15 milioni 337mila per lo sketch di Amadeus e Fiorello dopo aver cantato Un mondo d’amore. Quello sketch rappresenta il simbolo della loro amicizia. Picco di share la standing ovation che il pubblico ha destinato a Fiorello. Questo risultato è il riconoscimento di tanti lavoratori Rai che guadagnano stipendi sobri ma lavorano con grande passione. C’è stata un’armonia pacifica, ci sono stati momenti difficili, altri più semplici. L’obiettivo era fare un bellissimo Sanremo: il festival ha vinto perché era imprevedibile”.