##Sanremo in aula al Senato,Casellati: "non sono solo canzonette"

Tor

Roma, 1 feb. (askanews) - "Sono particolarmente lieta di dare a tutti voi il benvenuto in quest'Aula per il secondo appuntamento di Senato&Cultura del 2020. Lo spettacolo di oggi, "Non sono solo canzonette", è un omaggio a Sanremo, ai 70 anni di una manifestazione che ha anticipato, accompagnato e sancito i principali cambiamenti della società italiana. Buon ascolto alla scoperta dell'Italia di ieri e di oggi; tra immedesimazione e stupore, dolore e gioia, paura e speranza. Un racconto sociale, culturale. Un racconto attuale. Il racconto della vita di tutti noi". Lo ha detto la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, aprendo la manifestazione organizzata in aula a palazzo Madama da Senato e Rai in occasione dei 70 anni del Festival della canzone italiana di Sanremo.

"Lorella Cuccarini, Marino Bartoletti e i grandi artisti che interverranno - che saluto e ringrazio - ci guideranno - ha sottolineato Casellatìi- in un percorso che possiamo definire la colonna sonora della nostra Nazione: dalla radio alla televisione, dal bianco e nero al colore, dal tubo catodico ai nuovi media.   Come potrete ascoltare, dietro la musica e le parole delle canzoni che hanno fatto la storia del Festival, c'è l'attualità, l'attenzione alle questioni sociali, le paure e le gioie dell'anima.

Rivivremo l'impegno e la determinazione dell'Italia dell'immediato dopo-guerra, la speranza nel domani e nelle conquiste più incredibili raggiunte dell'uomo nell'anno dell'allunaggio, la questione del lavoro e degli scioperi nella stagione delle contestazioni di piazza, l'allegorico ritratto di chi ha fatto della piazza la propria casa. E ancora, il difficile rapporto tra genitore e figlio nella delicata età dell'adolescenza, la denuncia della violenza contro le donne, la stagione stragista e la lotta alla mafia vista con gli occhi di un umile servitore dello Stato;le malattie psichiche e la forza dell'amore anche all'interno degli istituti di igiene mentale, l'introspezione esistenziale dei giovani di oggi e i rapporti all'interno di una famiglia alla ricerca di integrazione".

"Ringrazio la Rai e Raicultura - ha concluso la presidente Casellati- da sempre al fianco del Senato per questo progetto di valorizzazione artistica e culturale".