Sanremo, Francesca Sofia Novello difende Amadeus

webinfo@adnkronos.com

"In questi giorni la gogna mediatica dei social si è messa in moto, come fa di solito. Voleva colpire Amadeus per una frase pronunciata in conferenza stampa, poi strumentalizzata malgrado numerose precisazioni. La verità è che la gogna mediatica ha colpito proprio le donne. Ci hanno definito donne da sfilata, senza rispetto per noi e per il nostro lavoro". Così Francesca Sofia Novello fa sentire la sua voce dopo le polemiche che hanno investito il conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo, Amadeus. 

"Nessuno ha diritto di parlare a mio nome - tuona la Novello - non voglio essere difesa da persone che vogliono solo un like in più. Siamo donne e siamo consapevoli di quello che facciamo. Ho accettato di fare il festival perché sono rimasta colpita dal progetto di Amadeus e dal ruolo assegnato ad ognuna di noi. Ognuna avrà la possibilità di portare la propria storia professionale al servizio di una grande manifestazione popolare come è Sanremo", conclude.