Sanremo, Morgan alimenta la polemica: cos'ha fatto durante l'esibizione di Bugo

Primo Piano
·2 minuto per la lettura

Morgan contro Bugo, un anno dopo. Sembra essersi fermato il tempo a Sanremo, da quell'esibizione in semifinale con tanto di polemica e abbandono del palco dell'Ariston è invece passato un anno e un mese, la pandemia da coronavirus ha sconvolto l'Italia e il mondo intero e il Festival è ritornato in una veste inedita, senza pubblico. Eppure per i due protagonisti del "caso" del secolo per la kermesse canora, sembra iniziare di nuovo tutto da capo.

Ad alimentare la polemica, ancora una volta, è Morgan che non ha resistito a far tornare sulla bocca di tutti il suo nome dopo la contestata esibizione della scorsa edizione. In quell'occasione, durante l'esibizione del venerdì, il cantante storpiò le parole della musica di "Sincero", brano presentato insieme a Bugo. "Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera" l'avvio della canzone che fece infuriare il compagno, tanto da portarlo ad abbandonare il palco. Per tutto il 2020 tra gli hashtag più utilizzati c'è stato "Dov'è Bugo", oggi che è ritornato sul palco dell'Ariston i riflettori però vuole prenderseli ancora una volta il discusso Morgan.

VIDEO - Chi è Bugo

Castoldi, durante l'esibizione di "E invece sì" dell'ex collega, ha infatti alimentato la polemica. Il cantante, nelle ore precedenti alla seconda serata del Festival, aveva chiesto ai suoi follower su Instagram se volessero conoscere tutto il testo di "Sincero" modificata ad hoc, la canzone galeotta. Creata per rinfacciare a Bugo la brutta prestazione della serata cover e qualche comportamento giudicato sopra le righe dal compagno d'avventura, Morgan ha così accolto le richieste.

Il momento della pubblicazione, però, non può passare inosservata. Proprio mentre Bugo faceva il suo ritorno all'Ariston, Castoldi ha pubblicato il video dell'inedito, si fa per dire, "Le brutte intenzioni". Una versione integrale che nel giro di poche ore ha fatto incetta di like e commenti, perché il popolo dei social non ha di certo dimenticato quanto successo lo scorso anno a Sanremo.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.