Sanremo, Pillon non vuole Drusilla Foer sul palco: "Non sarebbe meglio un papà normale?"

·1 minuto per la lettura
Drusilla Foer (photo by Massimo Insabato/Archivio Massimo Insabato/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Drusilla Foer (photo by Massimo Insabato/Archivio Massimo Insabato/Mondadori Portfolio via Getty Images)

Ci sarà anche Drusilla Foer tra le co-conduttrici che insieme ad Amadeus presenteranno Sanremo 2022, come annunciato dallo stesso direttore artistico pochi giorni fa. All'anagrafe Gianluca Gori, 55 anni, la Foer si descrive come "nobildonna toscana ironica e sprezzante". 

La sua presenza sul palco è stata accolta con gioia da tanti, tantissimi che hanno gioito del messaggio di inclusività di cui si fa portatore il Festival quest'anno. 

VIDEO - Chi è Drusilla Foer

Non è dello stesso avviso il senatore leghista Simone Pillon, che con un post condiviso su Facebook ha criticato così la decisione di Amadeus: "Com'era ampiamente prevedibile, al festival di Sanremo sempre più LGBT è stata assegnata la quota gender-inclusive già nella fase di scelta dei conduttori" ha scritto, per poi affondare ancor di più il coltello nella piaga: "Una domanda: ma sempre in rispetto delle quote, non si potrebbe avere tra i co-presentatori un normale papà (uno eh, non due), e magari di ispirazione conservatrice?". "Sarebbe un bel segnale - conclude il post di Pillon - se non altro a tutela delle specie a rischio estinzione televisiva". 

Immediate le reazioni sui social, tra utenti che definiscono "omofobe" le parole del senatore della Lega e altri che si domandano: "Non si potrebbe avere tra i politici persone normali?".

VIDEO - Gianni che disastro! Morandi svela parte del brano di Sanremo e rischia la squalifica

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli