Santori: se 26 gennaio perde sovranismo sarà segnale importante

Pat

Bologna, 19 gen. (askanews) - Se alle elezioni in Emilia-Romagna del 26 gennaio perderà il sovranismo, questo sarà un "segnale molto importante" non solo per la politica italiana, ma anche per quella "europea e internazionale". Lo ha detto il leader del movimento delle Sardine, Mattia Santori, nella conferenza stampa a margine della manifestazione "Bentornati in mare aperto" organizzata a Bologna.

"Non temiamo una sconfitta del centrosinistra, non temiamo la vittoria della Borgonzoni in questa Regione" al massimo "la temiamo a livello personale perché sappiamo gli effetti che avrà nei prossimi cinque anni - ha spiegato Santori -. Ma non la temiamo come movimento Sardine perché siamo in una fare si costruzione e torneremo a costruire un fenomeno e una dimensione nazionale".

La "vera attenzione", secondo le Sardine è "cosa succederà se tra una settimana il sovranismo, che era dato per strafavorito solo tre mesi fa, perderà le elezioni su cui ha speso tempo, soldi, ha giocato tutte le carte, anche quelle più sporche che poteva giocare. Questo sarebbe un segnale per l'Italia, ma anche per la politica europea e non solo, molto importante".