Sanzioni in 26 ristoranti di pesce per irregolarità alimentari

Cro/Ska

Roma, 2 ott. (askanews) - I carabinieri del gruppo per la Tutela Agroalimentare di Torino, Parma, Roma, Salerno e Messina hanno eseguito ispezioni presso 26 ristoranti, dal 26 al 30 settembre 2019, ed hanno sequestrato oltre 200 kg di prodotti alimentari, poiché privi di rintracciabilità, con etichette prive di informazioni chiare e comprensibili o per mancato abbattimento dei prodotti ittici destinati alla consumazione a crudo. Contestate 14 sanzioni amministrative per un totale di 24.068 euro, denunciati i titolari di due ristoranti, in quanto nel menù non indicavano i prodotti congelati, lasciandoli passare per freschi, o perché dichiaravano di somministrare calamari, gamberoni e granchi mentre, in realtà, servivano ai clienti totani, mazzancolle e surimi.