Sanzioni da parte della Cina contro Nancy Pelosi e i suoi familiari dopo il viaggio a Taiwan

sanzioni nancy pelosi
sanzioni nancy pelosi

La Cina annuncia sanzioni contro Nancy Pelosi dopo la sua visita a Taiwan. Sale la tensione con gli Usa. L’ambasciatore cinese in Usa: “Tale visita ha apertamente rotto l’impegno dell’America a non sviluppare relazioni ufficiali con Taiwan”

Cina annuncia sanzioni contro Nancy Pelosi

Dopo la visita di Nancy Pelosi a Taiwan, – fotemente contestata da Pechino e che rischia di scatenare una pericolosa crisi – La Cina ha deciso di imporre sanzioni alla speaker della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti e dei suoi familiari.

“Usa hanno interferito con affari interni della Cina”

Lo ha reso il ministero degli Esteri, citato dai principali media internazionali. “Pelosi ha insistito nell’andare a Taiwan senza tenere conto delle serie preoccupazioni e della ferma opposizione della Cina”, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying, “interferendo gravemente negli affari interni della Cina, minando gravemente la sovranità e l’integrità territoriale della Cina, calpestando il principio dell’unica Cina e minacciando seriamente la pace e la stabilita’ nello Stretto di Taiwan”. Le sanzioni saranno inflitte anche ai parenti stretti della speaker democratica, ha aggiunto Hua, “in conformita’ con la legge cinese”.

La dichiarazione dell’ambasciatore cinese negli Usa

“Taiwan è stata una parte ‘inseparabile’ del territorio cinese per 1800 anni e quando Pechino e Washington ‘hanno stabilito relazioni diplomatiche, il primo gennaio del 1979, gli Usa hanno riconosciuto nella dichiarazione congiunta con la Cina che il governo della Repubblica Popolare cinese è l’unico governo legale della Cina” – ha scritto l‘ambasciatore cinese negli Usa, Qin Gang, in un commento sul Washington Post. “Da allora sono trascorsi quattro decenni e gli Stati Uniti sono da tempo impegnati a non sviluppare relazioni ufficiali con Taiwan. Per ordine di successione, la presidente della Camera Nancy Pelosi è il terzo funzionario di grado più alto nel governo degli Stati Uniti. Viaggiando su un aereo militare, Pelosi ha effettuato una ‘visita ufficiale a Taiwan’ di alto profilo questa settimana, in quanto il suo ufficio lo ha descritto nella sua dichiarazione di arrivo, ed è stato trattato a pieno titolo dalle autorità del partito democratico progressista di Taiwan, che non fanno mistero di perseguire l’indipendenza nella loro piattaforma del partito. Tale visita ha apertamente rotto l’impegno dell’America a non sviluppare relazioni ufficiali con Taiwan”ha poi aggiunto l’ambasciatore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli