Sappe: giovane recluso ha picchiato agenti al Beccaria di Milano

Red-Alp
·1 minuto per la lettura

Milano, 3 ago. (askanews) - "Intorno alle 15 di venerdì scorso nel carcere minorile Beccaria di Milano, un giovane ristretto ha aggredito e preso a pugni due agenti della polizia penitenziaria che sono stati poi medicati all'ospedale Santi Paolo e Carlo di Milano, dove hanno ricevuto una prognosi di 3 e 5 giorni". Lo ha denunciato in una nota la segreteria del Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe), che lamenta "uno stillicidio continuo e quotidiano di aggressioni, colluttazioni e ferimenti, con poliziotte e poliziotti contusi, offesi e feriti e addirittura colpiti dal lancio di feci e urine dei detenuti, con celle devastate ed incendiate, con detenuti di 25 anni che incomprensibilmente continuano a stare ristretti in carceri minorili". Il Sappe ha infine ricordato che sono 1.322 i minorenni e giovani adulti presenti nei servizi residenziali e 13.190 quelli in carico ai servizi della Giustizia minorile.