Sappe: in tv rappresentazioni fuorvianti polizia penitenziaria -2-

Cro-Mpd

Roma, 5 ott. (askanews) - "Gli appartenenti al Corpo - chiarisce il segretario nazionale del Sappe - vengono formati prima dell'entrata in servizio e, durante l'espletamento dello stesso, posseggono qualità e competenze necessarie al delicato compito cui vengono chiamati, non meritano, dunque, di essere offesi e mostrati quali burattini che non si accorgono di nulla o che, se anche vedono quanto succede nelle sezioni detentive, soccombono alle logiche di prepotenza e violenza dei criminali ivi ristretti".

E chiede "indispensabili ed immediati interventi a tutela delle donne e degli uomini del Corpo di Polizia Penitenziaria per porre termine ad una situazione reiterata che mortifica, umilia e offende un Corpo di Polizia dello Stato, atteso che chi dovrebbe occuparsi della tutela del Corpo in termini di comunicazione istituzionale non ha evidentemente compreso il compito che dovrebbe svolgere".