Saqqara, Egitto: ritrovato tesoro di 2500 anni fa

·1 minuto per la lettura
Egitto, scoperti a Saqqara oltre 100 sarcofagi
Egitto, scoperti a Saqqara oltre 100 sarcofagi

Ritrovati sarcofagi sigillati nei pozzi funerari a 12 metri di profondità a Saqqara, in Egitto. Bare e statue di divinità antiche accompagnate da maschere funerarie dai colori integri e brillanti ma: “Saqqara non ci ha ancora rivelato il grosso del suo contenuto“, ha specificato il ministro egiziano del turismo Khaled El-Anany.

saqqara
saqqara

I sarcofagi scoperti a Saqqara

È tesoro dal valore inestimabile quello scoperto dal team di archeologi egiziani: 100 sarcofagi che risalgono a oltre 2mila anni fa in perfette condizioni ritrovati nei pozzi funerari della necropoli di Saqqara, cittadina a sud del Cairo che sorge nei pressi della piramide di Djoser. I sarcofagi sono in legno e perfettamente sigillati nonché intatti e contengono i resti dei funzionari appartenenti alle dinastie del VI e IV secolo per una parte e alla dinastia Tolomei del IV/ I secolo avanti cristo per l’altra.

Già il recente il ritrovamento di 60 sarcofagi risalenti a periodo ancora più antichi era parso un recupero strabiliante ma adesso con questi nuovi ritrovamenti si pensa che ci sia molto altro da scoprire ancora.

Uno dei sarcofagi ritrovati
Uno dei sarcofagi ritrovati

Ritrovati quindi sarcofagi, statue ricoperte d’oro, mummie avvolte in lini istoriati con geroglifici, maschere funerarie con i colori ancora vividi nonostante i duemila anni di età. Un tesoro arricchito da suppellettili che facevano parte del corredo da lasciare nella sepoltura per un passaggio dignitoso al mondo dei defunti.

Il ministro egiziano del turismo e delle antichità, Khaled El-Anany nel corso di una cerimonia ha rivelato ai media i tesori recuperati: “Saqqara non ci ha ancora rivelato il grosso del suo contenuto”, questo perchè “ogni volta che scopriamo il vano di una tomba, troviamo anche l’entrata a un altro”.

I tesori ritrovati entreranno a far parte del Grande Museo del Cairo.