Sarà un fine settimana di caldo rovente

Francesco Fotia / AGF

AGI - Sole, afa e caldo estivo, con temperature ben al di sopra della media stagionale: fine settimana rovente, in Italia, con l'anticiclone "Hannibal" a piena potenza. Poi da martedì prossimo potrebbero ribaltarsi le condizioni meteo con l'ingresso di una perturbazione atlantica che porterà temporali sparsi e tempo instabile da nord a sud.

Gli esperti del sito Il Meteo.it spiegano che "mentre sull'Italia è presente un'onda anticiclonica, a est avviene l'opposto - spiega il metereologo Mattia Gussoni - con una discesa di aria polare che sta mantenendo valori decisamente sotto la media in Turchia, Ucraina e localmente in Grecia.

Un'altra ondulazione 'fredda' si sta preparando dall'Atlantico a scendere verso il Portogallo e potrebbe attivare la prossima settimana un drastico cambiamento anche sull'Italia: introduciamo la 'Goccia Fredda', da martedì sull'Italia - continua l'esperto - potrebbe arrivare un nucleo di aria polare in discesa dal nord-ovest europeo con temporali anche forti e un calo delle temperature.

Inizialmente la 'Goccia Fredda o Cut-Off', si tratta infatti - conclude - di un'area depressionaria che potrebbe isolarsi sul Mediterraneo, colpirà il nord per poi portarsi verso il centro-sud da mercoledì".

Domenica al nord sole estivo con valori eccezionali per il periodo; rari temporali di calore sulle Alpi e parziale aumento delle nubi al nord-est. Al centro e al sud sole e caldo estivo.

Lunedì al nord, sole estivo con tanta afa ma con l'arrivo dei primi temporali diffusi sulle Alpi. Al centro e al sud ancora sole e caldo estivo. Da martedì possibile ingresso di una perturbazione atlantica al nord con temporali sparsi, in seguito isolamento di una depressione chiusa in quota con tempo molto instabile da nord a sud almeno fino a venerdì prossimo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli