Sara Croce cambia avvocato e studia contromosse contro Hormoz Vasfi

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Sara Croce, la Bonas di 'Avanti un altro', è pronta a dire la sua dopo le accuse lanciate dal magnate Hormoz Vasfi che l’ha citata per danni. Lui vuole oltre un milione di euro come risarcimento per essere stato ingannato: raggirato da chi diceva di essere innamorata ma avrebbe mirato solo ai suoi soldi. Una tesi che la showgirl respinge e che affiancata dal suo legale, l’avvocato Laura Cossar, è pronta pubblicamente a dimostrare: le contromisure all'atto di citazione del 56enne petroliere sono attese già a inizio dicembre.

"Sto studiando il caso - spiega all’Adnkronos Laura Cossar che ha raccolto il testimone dal collega Angelo Pariani - e per ora preferisco non sbilanciarmi sulle contromosse, sul fronte penale, che voglio mettere in campo per dimostrare la verità".

L’avvocato precedente aveva annunciato che la 22enne, ex Madre Natura in tv, avrebbe denunciato Hormoz Vasfi per stalking, ma il cambio di difensore segna anche una nuova strategia. "Quella denuncia c'è ed è nel mio cassetto, non è stata depositata in procura. Non credo, dopo aver esaminato gli elementi presenti, che sia la strada giusta da seguire, preferisco lasciarla dov’è. Piuttosto sto valutando insieme alla mia cliente le opzioni per ristabilire la verità giudiziaria di questa brutta vicenda che sta danneggiando l’immagine di Sara", conclude l'avvocato Laura Cossar.